Storie del dormiveglia


 

Il Rostom è una struttura di accoglienza notturna per senzatetto, situata nell’estrema periferia di una grande città. Appare come una base lunare fantasma in mezzo alla campagna, in cui fasci di luce al neon disegnano i profili degli insonni, che nel cuore della notte si alzano ed escono a fumare o per scambiare due chiacchiere. Figure che nella semioscurità si avvicendano e si raccontano, uomini e donne con disagi psichici, problemi di salute, di dipendenza, ex-carcerati, che per un periodo della loro vita, come meteore, arrivano per poi scomparire di nuovo nel nulla. Alcuni di loro stanziali, altri solo di passaggio. A tessere le fila dei loro racconti è David, un inglese che da sette anni vaga per il mondo ed è approdato al Rostom esausto e desideroso di rimettersi in piedi e raccontarsi. Con un registratore a cassette tiene un diario sulla sua vita, sui propri sogni, sull’aldilà e sugli incontri con gli altri ospiti del dormitorio. Le notti sono cadenzate da attese, silenzi, centinaia di sigarette e accompagnate da sfoghi, lacrime, risate, discussioni surreali, racconti di incubi e speranze.

Regia di Luca Magi

* * *

Una produzione Kiné in associazione con Piazza Grande

Con il contributo del MiBACT e di Regione Emilia-Romagna – Emilia-Romagna Film Commission

* * *

* * *

ANNO 2017
DURATA 70′
GENERE Documentario
FORMATO HD
PRODUZIONE Claudio Giapponesi (Kiné)
TRATTAMENTO Luca Magi, Michele Manzolini
REGIA Luca Magi